" O MARIA CONCEPITA SENZA PECCATO, PREGA PER NOI CHE RICORRIAMO A TE! "

" O MARIA CONCEPITA SENZA PECCATO, PREGA PER NOI CHE RICORRIAMO A TE! "
"Piena di grazia Ti chiamo perchè la grazia Ti riempie; e se potessi, molta più grazia Ti darei. Il Signore è con Te, anche più di quanto Tu sia con Dio; la Tua Carne non è più Carne Tua, il Tuo Sangue è per due. E benedetta sarai tra tutte le donne, perchè, se sei Madre di tutti, chi potrebbe non amarTi?"

10 giugno 2009

PREGHIERA AL CUORE DI GESU'

.
Amorosissimo mio Gesù, nel riflettere al Vostro buon Cuore e vederlo tutto pietà e dolcezza pei peccatori, mi sento rallegrare il mio e colmar di fiducia d'essere da Voi ben accolto. Ahimè quanti peccati ho commesso! Ma ora qual Pietro e qual Maddalena dolente, li piango e detesto, perchè sono offesa di Voi, sommo Bene. Sì, sì, concedetemene il perdono; ed oh! muoia io, ve lo chiedo pel Vostro buon Cuore, muoia prima che offenderVi, e viva solo per riamarVi.
Pater, 5 Gloria Dolce Cuor del mio Gesù, Fa ch'io T'ami sempre più.
.
Benedico, Gesù mio, l'umilissimo Vo­stro Cuore e Vi ringrazio che nel darme­lo per esemplare, non solo con forti pre­mure mi eccitate ad imitarLo, ma a co­sto di tante vostre umiliazioni me n'ad­ditate e appianate la via. Folle che fui ed ingrato, quanto Vi offesi! Perdonatemi. Non più superbia; ma con cuore umile voglio seguire Voi e conseguire pace e salute. Avvaloratemi Voi e benedirò in eterno il Vostro Cuore.
Pater, 5 Gloria Dolce Cuor del mio Gesù, Fa ch'io T'ami sempre più.
.
Ammiro Gesù mio il pazientissimo Vo­stro Cuore e Vi ringrazio di tanti mera­vigliosi esempi di invitta sofferenza a noi lasciati. Essi mi rimproverano la strana mia delicatezza, insofferente d'ogni più piccola pena. Ah! Gesù mio caro, infondetemi nel cuore fervido e costante amore alle tribolazioni, alle croci, alla penitenza, acciocchè seguendo Voi al Calvario, giun­ga con Voi alla gloria del Paradiso.
Pater, 5 Gloria Dolce Cuor del mio Gesù, Fa ch'io T'ami sempre più.
.
Innanzi al mansuetissimo vostro Cuore, caro Gesù, io m'inorridisco del mio sì diverso dal Vostro. Purtroppo io ad una ombra, ad un gesto, ad una parola in contrario mi inquieto e lamento. Deh! perdonatemi i miei trasporti e datemi grazia di imitare nell'avvenire in qualun­que contrarietà la inalterabile Vostra mansuetudine e così godere perpetua e santa pace.
Pater, 5 Gloria Dolce Cuor del mio Gesù, Fa ch'io T'ami sempre più.
.
Si cantino pur lodi, o Gesù, al gene­rosissimo vostro Cuore vincitore della morte e dell'inferno, che ben se le meri­ta tutte. Io resto più che mai confuso al vedere il mio sì pusillanime, che teme di qualunque diceria ed umano rispetto; ma non sarà più così. Da Voi imploro il co­raggio e la forza per combattere e vin­cere in terra, per trionfare lieto con Voi in cielo.
Pater, 5 Gloria Dolce Cuor del mio Gesù, Fa ch'io T'ami sempre più.

Nessun commento:

Posta un commento

scrivi qui il tuo commento: